In offerta!

IL SOGNO DEL DRAGO

14,90 11,92

«Ogni pellegrinaggio è una vita in miniatura, una metafora del labirinto che ci tocca traversare prendendo le decisioni corrette a ogni bivio, ed è inutile arrovellarsi su cosa ci apparirà alla sua conclusione; bisogna arrivarci e basta, e a quel punto lo si scoprirà».

«Every pilgrimage is a miniature life, a metaphor of the labyrinth that we have to traverse by making the right decisions at every crossroads, and it is useless to arrovellarsi on what will appear to us at its conclusion; you just have to get there, and at that point you will discover it».

 

 

Disponibilità: 2 disponibili

Camminare è un modo di respirare e di conoscere, un ritmo con cui si sceglie di vivere, una trasformazione costante. È una via per incontrare gli altri superando confini, pregiudizi, inibizioni. Per Enrico Brizzi, scrittore, padre, pellegrino, il cammino è una danza, una preghiera, una musica senza parole che segue il respiro antico del mondo, libera la mente dall’inessenziale e vince il drago che si nasconde in ognuno di noi. Con lo zaino carico di curiosità, di pazienza, di libertà, si pone sempre nuovi obiettivi, unico rimedio alla nostalgia che si prova quando si arriva alla meta. Così, dopo essere stato da Canterbury a Roma, dalla Vetta d’Italia a Capo Passero, da Roma a Gerusalemme, si incammina con i Buoni cugini alla volta di Santiago de Compostela, partendo dalla sua amata Torino. E lungo il percorso – che valica le Alpi e i Pirenei correndo come un filo rosso attraverso storie e miti dell’Occidente, da Annibale a Carlo Magno, dal Cid Campeador a d’Artagnan, dai giacobini ai miliziani spagnoli – si interroga sulle radici del nostro Vecchio continente, cucendole insieme nel magico idioma dei viandanti.

Walking is a way of breathing and knowing, a rhythm with which you choose to live, a constant transformation. It is a way to meet others by crossing boundaries, prejudices, inhibitions. For Enrico Brizzi, writer, father, pilgrim, the path is a dance, a prayer, a music without words that follows the ancient breath of the world, frees the mind from the inessential and wins the dragon that hides in each of us. With the backpack full of curiosity, patience, freedom, it always poses new goals, the only remedy to the nostalgia that you feel when you get to the goal. So, after being from Canterbury to Rome, from the Summit of Italy to Capo Passero, from Rome to Jerusalem, he set off with his Good Cousins for Santiago de Compostela, starting from his beloved Turin. And along the way – that crosses the Alps and the Pyrenees running like a red thread through stories and myths of the West, from Hannibal to Charlemagne, from Cid Campeador to d’Artagnan, from the Jacobins to the Spanish militia – he questions the roots of our Old Continent, sewing them together in the magic idiom of wayfarers.

 

SCHEDA CONTENUTO