In offerta!

LO SCHELETRO NELL’ARMADIO

26,00 20,80

“Gli scheletri raccontano le nostre vite e la nostra storia evolutiva più efficacemente di qualsiasi altra cosa.”

“Skeletons tell our lives and evolutionary history more effectively than anything else.”

Disponibilità: 5 disponibili

Categorie: , Tag: ,

Pensate alle vostre ossa: al delicato meccanismo del gomito, alla robusta spina dorsale che ci imparenta con ogni vertebrato mai vissuto, al modo in cui l’articolazione della spalla ruota e ci permette movimenti impensabili per altri animali. Non possiamo vederle, ma queste strutture celate dalla pelle e avvolte dai muscoli custodiscono la nostra storia individuale, i segreti dell’evoluzione e l’immaginario religioso e culturale di ogni popolo, vivente o estinto. Lo scheletro nell’armadio ci racconta tutto delle nostre ossa: di come ci accomunino agli altri esseri viventi; di come ancora oggi nel nostro scheletro si trovino tracce dei primi ominidi, di protomammiferi vissuti all’ombra dei dinosauri, di pesci preistorici dalle cui pinne si sono evolute le nostre mani e di minuscoli organismi dei mari primordiali. Di come abbiamo modellato il nostro mondo, gli strumenti che usiamo, le città in cui viviamo in base a quello che le nostre articolazioni possono o non possono fare. Di come le nostre ossa, solo in apparenza rigide, continuino a rinnovarsi e a crescere durante tutta la vita, tenendo traccia dei traumi sofferti, dei cibi di cui ci siamo nutriti e delle esperienze che abbiamo vissuto. Di come da antichi resti e sepolture abbiamo potuto ricostruire la storia di uomini e donne per troppo tempo dimenticati, di re, battaglie, popoli e intere culture. Di come scheletri e teschi, nonostante siano stati spesso scelti come simboli di morte e caducità, paradossalmente siano la parte di noi che durerà più a lungo e continuerà a parlare della nostra vicenda umana. In queste pagine Brian Switek spazia dalla biologia cellulare al culto delle reliquie, dall’artrite dei dinosauri alle collezioni anatomiche di musei e università (e ai metodi non troppo etici con cui sono state assemblate), e ci rivela come i più grandi segreti siano celati proprio dentro di noi.

Think about your bones: the delicate mechanism of the elbow, the robust spine that connects us with every vertebrate ever lived, the way the shoulder joint rotates and allows us movements unthinkable for other animals.  We cannot see them, but these structures hidden by the skin and wrapped by the muscles guard our individual history, the secrets of evolution and the religious and cultural imagery of every people, living or extinct. The skeleton in the closet tells us all about our bones: how they associate us with other living beings; how even today in our skeleton there are traces of the first hominids, of proto-mammals lived in the shadow of dinosaurs, of prehistoric fishes from whose fins our hands have evolved and of tiny organisms of the primordial seas. How we shaped our world, the tools we use, the cities we live in based on what our joints can and can’t do. How our bones, only seemingly rigid, continue to renew and grow throughout life, keeping track of the traumas we have suffered, the foods we have fed on and the experiences we have experienced.How from ancient remains and burials we could reconstruct the history of men and women for too long forgotten, kings, battles, peoples and entire cultures. How skeletons and skulls, although often chosen as symbols of death and transience, paradoxically are the part of us that will last the longest and will continue to talk about our human history. In these pages Brian Switek ranges from cell biology to the cult of relics, from arthritis of dinosaurs to anatomical collections of museums and universities (and the unethical methods with which they were assembled)And it reveals how the greatest secrets are hidden inside of us.

SCHEDA CONTENUTO