In offerta!

MANUALE DI RESISTENZA DEL CICLISTA URBANO

14,90 11,92

La bicicletta è una risorsa preziosa per trasformare le città e ridurre l’inquinamento, migliorando la salute delle persone. Molti vorrebbero andare in bici a scuola o al lavoro, ma in una città metropolitana o comunque abbastanza trafficata, non sanno da dove iniziare. Questo libro, con uno stile asciutto e una buona dose di ironia, spiega come fare, partendo dall’esperienza personale dell’autore accumulata negli anni. Si comincia dalla descrizione delle diverse tipologie di bici e delle loro peculiarità, per passare poi all’equipaggiamento e abbigliamento necessario, alla manutenzione della bicicletta in autonomia.

Cycling is a valuable resource for transforming cities and reducing pollution, improving people’s health. Many people would like to go cycling to school or work, but in a metropolitan city or in any case quite busy, they do not know where to start. This book, with a dry style and a good dose of irony, explains how to do it, starting from the personal experience of the author accumulated over the years. It starts from the description of the different types of bikes and their peculiarities, and then move on to the equipment and clothing needed, to the maintenance of the bike independently.

Disponibilità: 5 disponibili

“Per iniziare ad andare in bici ci vuole rabbia, insoddisfazione, desiderio di sovvertire quelle regole che l’abitudine e la pubblicità ci hanno imposto. All’inizio la nostra mente si inventerà infinite scuse per convincerci a non prendere la bici. Del resto, spesso lo fa tuttora. In questo libro cercherò di raccontarvi a modo mio anche questo.” Ampio spazio è dedicato alla guida nel traffico metropolitano, con una spiegazione dettagliata delle situazioni e dei problemi più frequenti. La navigazione cittadina obbliga infatti a conoscere i mezzi a motore e il comportamento di chi li guida, la topografia urbana, bivi e incroci, i rischi della pioggia e delle strade dissestate, e molto altro, con lo scopo di fornire al lettore strumenti utili alla sua incolumità, per una gioiosa rinuncia alla schiavitù quotidiana del motore a scoppio.La sezione finale è dedicata all’importanza, per il ciclista urbano,
di rompere l’isolamento a cui sembra condannato nelle città e nella legislazione italiana, coalizzandosi in gruppi per condurre battaglie comuni.

“To start cycling it takes anger, dissatisfaction, desire to subvert those rules that habit and advertising have imposed on us. In the beginning our mind will invent endless excuses to convince us not to take the bike. Moreover, often it still does. In this book I will try to tell you in my own way this too.” Ample space is dedicated to driving in metropolitan traffic, with a detailed explanation of the most frequent situations and problems. In fact, city navigation requires to know the motor vehicles and the behaviour of the driver, the urban topography, crossroads and crossroads, the risks of rain and uneven roads, and much more, with the aim of providing the reader with tools useful for his safety, for a joyful renunciation of the daily slavery of the internal combustion engine. The final section is dedicated to the importance, for the urban cyclist,
to break the isolation to which it seems condemned in the cities and in the Italian legislation, coaliting in groups to conduct joint battles.

SCHEDA CONTENUTO