In offerta!

PARIGI A PIEDI

19,90 15,92

Curiosità e piccole scoperte.

Curiosity and small discoveries.

Esaurito

Su Parigi non si smette mai di mitologizzare. Molti esaltano sognanti la storia, l’architettura e la cucina della capitale francese; è più che normale che i visitatori vengano con l’obiettivo ambizioso di distillare il meglio del meglio delle sue vedute e dei suoi sapori. Come farlo in modo concreto, però, appare tutt’altro che facile. Questa non è una guida generalista sulla Ville Lumière, quanto piuttosto manuale pensato per chi fosse curioso di conoscere la metropoli al di fuori dei percorsi più battuti. L’intento è quello di inquadrare gli alti e bassi di Parigi, dal punto di vista della gente del posto. Le autrici sono due residenti straniere che da un decennio vivono, e rivivono continuamente, ciò che la città ha da offrire. Vogliono essere considerate le nostre amiche parigine che sanno come funzionano le cose sul posto. Parigi a piedi si propone di essere utile sia come decodificatore culturale sia per facilitare la circolazione. I visitatori, pur in territorio straniero, devono sentirsi in grado di poter affrontare senza soluzione di continuità i vari quartieri. La particolare struttura a chiocciola degli arrondissement  è trattata in modo da risultare accessibile: i siti consigliati sono raggruppati così come li si incontrerebbe passeggiando anziché secondo la numerazione – talvolta arbitraria – dei vari quartieri. Ciascun capitolo contiene una mappa della zona con un itinerario ideale da compiere a piedi, completa di legenda, e una breve descrizione di siti scelti con cura, da godere o da ammirare. Inoltre vengono suggerite alcune mete senza itinerario, ma con tutta una serie di cose da vedere. Infine vi sono cinque capitoli di approfondimento dedicati ai modi per cogliere l’essenziale di Parigi: le generose specialità gastronomiche, i palazzi eleganti e le bancarelle di mercato. L’invito ai visitatori, in generale, è di andare alla ventura: possono seguire i percorsi indicati, oppure usarli come punti di partenza per esplorare qualunque cosa ne catturi lo sguardo.

You never stop mythologizing about Paris. Many glorify the dreamy history, architecture and cuisine of the French capital; it is more than normal that visitors come with the ambitious goal of distilling the best of the best of its views and flavors. How to do it in a concrete way, however, seems far from easy. This is not a general guide on the Ville Lumière, but rather a manual designed for those who are curious to know the metropolis outside the beaten path.The intent is to frame the ups and downs of Paris, from the point of view of the locals. The authors are two foreign residents who live for a decade, and live continuously, what the city has to offer. They want to be considered our Parisian friends who know how things work on the spot. Paris on foot aims to be useful both as a cultural decoder and to facilitate circulation. Visitors, even in foreign territory, must feel able to face the various districts without interruption. The particular spiral structure of the arrondissement is treated in such a way as to be accessible: the recommended sites are grouped as they would be found walking instead of the numbering – sometimes arbitrary – of the various districts. Each chapter contains a map of the area with an ideal itinerary on foot, complete with legend, and a brief description of sites chosen with care, to enjoy or to admire. Also some destinations without itinerary are suggested, but with a whole series of things to see. Finally, there are five chapters dedicated to the ways to capture the essentials of Paris: the generous gastronomic specialties, the elegant buildings and the market stalls. The invitation to visitors, in general, is to go to luck: they can follow the paths indicated, or use them as starting points to explore whatever captures the eye.

SCHEDA CONTENUTO