In offerta!

SE LA SCUOLA AVESSE LE RUOTE

14,50 11,60

Un professore fuori dell’ordinario fa lezioni in bicicletta insegnando storia, geografia e vita quotidiana. La sua è una forma di resistenza pacifica al degrado della scuola.

An out-of-the-ordinary professor takes lessons by bicycle teaching history, geography and daily life. His is a form of peaceful resistance to the degradation of the school.

Disponibilità: 4 disponibili

Cosa accadrebbe se la scuola avesse le ruote? Ce lo racconta Emilio Rigatti in queste divertenti, ma anche commoventi pagine di “diario di campo” che partono dagli anni Ottanta, a quando lui insegnava in uno sperduto paesino della Carnia, a oggi. Ci spiega, attraverso le sue esperienze dirette, come la bicicletta sia uno dei modi migliori per andare in esplorazione del mondo e confrontare ciò che si è studiato nei libri con la realtà, in antitesi alle gite organizzate con l’autobus a noleggio, sorta di mordi e fuggi, Mc Donald delle esperienze. Rigatti mette le ruote alla scuola, pedala con i suoi alunni tra chiese e musei, parchi e aperta campagna,piccoli villaggi e strade bianche, a caccia di arte, storia e geografia, ma anche di divertimento e piccole disavventure. Insegna ai ragazzi la vita, assaporata lentamente, e a muoversi nel mondo anche senza il navigatore. La sua è una ricetta contro la modernizzazione imperante della scuola che vira verso l’appiattimento e l’omologazione, una pacifica resistenza a pedali, lenta ma continua. Regala consigli e aneddoti gustosi e alla fine del libro propone un vero manuale per provare a ripetere le sue esperienze di professore a pedali.

What if the school had wheels? Emilio Rigatti tells us in these funny, but also moving pages of “field diary” that start from the eighties, when he taught in a remote village of Carnia, to date. He explains, through his direct experiences, how cycling is one of the best ways to go exploring the world and compare what has been studied in books with reality, in contrast to the trips organized with the bus rental, sort of bites and escapes, Mc Donald of experiences. Rigatti puts the wheels at the school, pedals with his students between churches and museums, parks and open countryside, small villages and dirt roads, hunting for art, history and geography, but also fun and small mishaps.It teaches the kids life, tasted slowly, and to move in the world even without the navigator.His is a recipe against the prevailing modernization of the school that turns towards flattening and homologation, a peaceful resistance to pedals, slow but continuous. He gives tasty tips and anecdotes and at the end of the book offers a real manual to try to repeat his experiences as a professor pedals.

SCHEDA CONTENUTO