In offerta!

SENZA PAROLE

19,00 15,20

Un viaggio sentimentale nella lingua italiana attraverso cinquanta parole dimenticate, per riscoprire le mille sfumature del nostro variopinto, incredibile vocabolario.

A sentimental journey in the Italian language through fifty forgotten words, to rediscover the thousand shades of our colorful, incredible vocabulary.

Disponibilità: 1 disponibili

Categorie: , Tag: ,

Quante volte avete avuto un alterco con qualcuno? Vi è mai capitato di sentirvi pieni di astio di fronte a un interlocutore decisamente becero? e di avere una fame pantagruelica? Pensate di possedere un certo contegno (anche se non quanto il vostro azzimato cugino)? Se vi dicono che siete morigerati vi offendete o inorgoglite? Esistono termini che riescono a racontare molte cose diverse, ed eventi, azioni, stati d’animo della nostra quotidianità che possono essere descritti con precisione solamente da un’unica parola, magari un po’ desueta: conoscerla significa saper dare un nome a una parte di noi stessi. Massimo Arcangeli ci guida nel regno delle parole dimenticate della lingua italiana, alla scoperta di cinquanta aggettivi, verbi e sostantivi in grado di descrivere meglio di qualunque altro il nostro modo di gioire, arrabbiarci e dire “Ti voglio bene”. Tra storia e letteratura, ascendenze straniere e cadenze popolari, Arcangeli attraversa un patrimonio che unisce le Alpi e le isole, Pinocchio e Paperino, la poesia di Dante e il dialetto dei nostri nonni: la cartolina di un’Italia che non esiste più, con cui allontanarci dall’appiattimento lessicale di oggi e in cui riscoprire una lingua lussureggiante, piena di colori e suoni, capace di una vitalità e di una ricchezza espressiva strabilianti. Senza Parole è, nello stesso tempo, un viaggio sentimentale nella nostra cultura e una pratica di resistenza civile: un prontuario per ravvivare il nostro dizionario privato e una carrellata di aneddoti curiosi sul nostro passato comune. Per ricordarci – o conoscere per la prima volta – di cosa parliamo quando parliamo in italiano.

How many times have you had an alterco with someone? Have you ever felt full of astio in front of an interlocutor decidedly becero? And to have a pantagruelica hunger? Do you think to possess a certain contegno (even if not as much as your azzimato cousin)? If they tell you that you are morigerati, will you be offended or proud? There are terms that manage to deal with many different things, and events, actions, moods of our everyday life that can be described with precision only by a single word, perhaps a little out of date: knowing it means knowing how to give a name to a part of ourselves. Massimo Arcangeli guides us in the realm of the forgotten words of the Italian language, discovering fifty adjectives, verbs and nouns that can better describe our way of rejoicing, getting angry and saying “I love you”. Between history and literature, foreign ancestry and popular cadences, Arcangeli crosses a heritage that unites the Alps and the islands, Pinocchio and Donald Duck, the poetry of Dante and the dialect of our grandparents: the postcard of an Italy that no longer exists, with which to move away from the lexical flattening of today and in which to rediscover a lush language, full of colors and sounds, capable of a vitality and an extraordinary expressive richness. Senza Parole is, at the same time, a sentimental journey in our culture and a practice of civil resistance: a handbook to revive our private dictionary and a roundup of curious anecdotes about our common past. To remind us – or to know for the first time – what we talk about when we speak in Italian.

SCHEDA CONTENUTO