In offerta!

TUTTO VI DONO

15,20

La storia dell’uomo che ha fatto l’Italia passando dalla cucina.

The story of the man who made Italy through the kitchen.

Disponibilità: 2 disponibili

Categorie: , Tag: ,

Pellegrino Artusi è il guru della cucina italiana. È il capostipite dei moderni food bloggers e dell’esercito dei cuochi, ristoratori, food designer che ogni giorno ci dispensa la propria visione dell’arte di mangiar bene. Artusi ha oltre settant’anni quando si lancia nell’avventura: stilare un manuale che raccolga ricette da tutta Italia, per creare un canone del gusto italiano. Lo fa anticipando di un secolo le moderne tecniche di marketing editoriale, inventando un originalissimo modello di produzione letteraria “interattiva”: corrispondenti da tutt’Italia gli inviano le ricette, lui le sperimenta nella sua cucina e solo quando è pienamente soddisfatto le pubblica. Il suo manuale La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene ha un enorme successo tra i lettori e le edizioni si susseguono con grande rapidità. Ma chi era veramente Pellegrino Artusi? Nel 1902 Artusi, fresco di successo editoriale, decide di donarci la storia della sua vita, trascorsa tra Forlimpopoli e Firenze, affastellando ricordi in cui emergono la cifra moderata del suo carattere e tutti i vezzi dell’epoca, si susseguono eventi minimi e massimi, commedie e tragedie. Artusi narra della sua famiglia, dei suoi maestri e della sua formazione a spasso per l’Italia, dell’amore per le donne, di personaggi bizzarri, di successi e attività commerciali con la stessa leggerezza e meticolosità con cui, da anni, racconta le ricette d’Italia. Questa “autobiografia del padre della cucina italiana” è completata da un saggio di Alberto Abruzzese e Andrea Pollarini in cui si ricostruisce il panorama umano e storico che fa da sfondo alle vicende narrate da Artusi, si recuperano carteggi e testi sepolti dalla polvere del tempo dell’indifferenza e si rivela la settecentonovantunesima ricetta sfuggita a La scienza in cucina. Le pagine di Tutto vi dono sono il ritratto intimo e preciso dell’uomo che amava “il bene e il bello ovunque si trovino”, l’uomo che ha fatto l’Italia passando dalla cucina.

Pellegrino Artusi is the guru of Italian cuisine. He is the founder of modern food bloggers and the army of cooks, restaurateurs, food designers who every day dispenses us with their vision of the art of eating well. Artusi is over seventy years old when he launches into the adventure: drawing up a manual that collects recipes from all over Italy, to create a canon of Italian taste. He does this by anticipating a century of modern editorial marketing techniques, inventing a very original “interactive” literary production model: correspondents from all over Italy send him recipes, he experiences them in his kitchen and only when he is fully satisfied he publishes them. His manual The science of cooking and the art of eating well has a huge success among readers and the editions follow each other with great rapidity. But who really was Pellegrino Artusi? In 1902 Artusi, fresh from publishing success, decided to give us the history of his life, spent between Forlimpopoli and Florence, fascinating memories in which emerge the moderate figure of his character and all the quirks of the time, follow each other minimum and maximum events, comedies and tragedies. Artusi tells of his family, his teachers and his training in Italy, of his love for women, of bizarre characters, of successes and commercial activities with the same lightness and meticulousness with which, for years, he tells the recipes of Italy. This “autobiography of the father of Italian cuisine” is completed by an essay by Alberto Abruzzese and Andrea Pollarini which reconstructs the human and historical landscape that is the background to the events narrated by Artusi, Papers and texts buried by the dust of the time of indifference are retrieved and the eighteenth-century recipe escaped from La scienza in cucina is revealed. The pages of Tutto vi dono are the intimate and precise portrait of the man who loved “the good and the beautiful wherever they are”, the man who made Italy from the kitchen.